Bonus Sicurezza 2018: detrazione al 50%

Proteggere beni e persone è una priorità, anche per il 2018 è possibile usufruire della detrazione del 50%, del Bonus Sicurezza 2018 per l’acquisto e l’installazione di sistemi antifurto e di videosorveglianza volti a garantire la sicurezza fisica della casa e delle persone come previsto dalla legge di Stabilità.

Gli interventi che rientrano sono i sistemi antintrusione e di videosorveglianza a circuito chiuso (anche detti TVCC) collegate a collegate con centri di vigilanza privata. Rientrando nelle detrazioni relative alla Ristrutturazioni Edilizie, sono inclusi: i costi di progettazione e delle prestazioni professionali connesse, perizie e sopralluoghi; spese per la messa a norma degli impianti elettrici; acquisto dei materiali.

Quali spese rientrano nel bonus sicurezza 2018?

  • Grate, porte blindate o rinforzate
  • Installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti
  • Apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline
  • Vetri antisfondamento
  • Tapparelle metalliche con blocchi
  • Telecamere a circuito chiuso collegate con centri di vigilanza privata
  • Rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate e recinzioni

Come usufruire delle detrazioni al 50%

Per usufruire del Bonus Sicurezza 2018 è necessario far installare l’impianto da un professionista del settore che dovrà rilasciare la documentazione che attesta l’intervento.

Inoltre. come per tutti gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione è necessario effettuare il pagamento della prestazione professionale esclusivamente attraverso Bonifico Parlante con la causale del versamento, il codice fiscale di chi usufruisce della detrazione e codice fiscale o numero di partita IVA dell’impresa che ha effettuato il lavoro.

I sistemi antintrusione e di videosorveglianza godono dell’IVA agevolata al 10%.

L’importo da detrarre verrà suddiviso in 10 quote annuali di pari importo.

Chi può usufruire del bonus?

Possono usufruire del Bonus Sicurezza 2018 le persone fisiche titolari di un diritto reale sull’immobile e gli inquilini che hanno in comodato d’uso l’immobile; titolari Partita IVA, associazioni tra professionisti e enti che non svolgono attività commerciale.
La detrazione spetta anche ai familiari.

Per maggiori informazioni si rimanda alla Guida Ristrutturazioni edilizie 2018 dell’Agenzia delle Entrate.

2018-11-08T16:00:25+00:00